Select Page

Arredare spazi piccoli è un’esigenza sempre più comune : costruire in città per dare a più persone possibile una casa, ha fatto sì che le abitazioni spesso fossero il minimo indispensabile.

Arredare spazi piccoli: ecco come fare

Le nuove abitazioni stanno diventando più ragionevoli, ma ci troviamo sempre più a dover sfruttare al massimo ogni angolo.

PERCIO’ mi è venuta voglia di raccontarvi una mia esperienza personale che per alcuni versi è stata traumatica, ma che con un po’ di ottimismo e creatività ho superato.

Ebbene sì, anche io ho preso il COVID-19.

Mi son dovuta trasferire in taverna, per dare la possibilità al mio ragazzo di vivere di sopra senza il rischio di venire in contatto con me.

Le prime settimane no comment, poi piano piano quando le forze iniziavano a tornare ho deciso di realizzare un progetto.

Ci pensavo dal primo giorno, guardando davanti a me dal divano letto e vedendo grigio e cemento, cemento e grigio. Io che AMO la luce, il sole, il verde, la natura e tutto ciò che vi è legato, ero confinata sotto terra e l’unica cosa che vedevo era la bocca di lupo con sopra la grata.. Insomma una prigione!

Ho deciso che ero stufa di deprimermi, in fondo sono una designer, so come arredare spazi piccoli per creare il mio personale angolo di paradiso!

Primo step, pulire tutto!

arredare spazi piccoli

Secondo step!

Secondo step recuperare tutto il necessario per realizzare la mia idea: telo, pouf, cuscini, nastro adesivo, fascette, forbici… Mi sono aggirata per casa tipo ninja, con mani disinfettate + guanti in lattice che non si sa mai, mascherina, mani alzate senza toccare altro in modalità chirurgo..

L’idea iniziale era quella di recuperare le assi di legno che abbiamo tolto quando abbiamo fatto installare le zanzariere creando una piccola parete di legno riciclato che è sempre bella. Il problema era che le assi verticali erano troppo lunghe per la bocca di lupo e purtroppo non sono munita di banco per segare il legno…

Ho ripiegato su un motivo a ventaglio creato con le poche assi corte che avevo, alla fine bisogna arrangiarsi con ciò che si ha giusto?!

A terra ho messo un linoleum che avevo preso quando facevo breaking (effetto legno, strano da parte mia no?!) , con cui ho coperto i sacchi di sale dell’addolcitore che ovviamente non ero in grado si spostare, ma che mi hanno permesso di creare una specie di muretto.

Ed ecco il mio spazio finito! Mi ha ridato la vita, ero felicissima e questo mi ha aiutata ad uscire dalla malattia.

Una cosa che tengo davvero a dire è che LA TESTA controlla il corpo, se rimanete ottimisti e forti di testa aiutate tantissimo il corpo e per farlo dovete creare attorno a voi un ambiente che vi permetta di esserlo!

Anche con poco si possono arredare spazi piccoli e fare tanto, CORAGGIO!